C’era una forma

C’era una forma

Come si intuisce dal titolo dell’albo illustrato, pubblicato nel 2022 da L’Ippocampo, siamo davanti ad una favola, ambientata nel mondo della geometria, tra angoli acuti e ottusi, metafora di caratteri dei regnanti di D’or-ben-ti-squadro, delusi da figli che niente hanno da spartire con le solide e razionali forme geometriche.

Il tentativo di abbandono, in stile Pollicino, dei propri figli da parte della regina, porta ad una svolta inattesa nella

storia di questa famiglia, a cui una pozione magica fa nascere, finalmente, la tanto attesa figlia squadrata, perfetta, tutta uguale da qualsiasi punto la si guardasse. Ma, come si sa, non sempre le storie seguono gli indirizzi iniziali; anche in questo caso il tentativo di matrimonio combinato dell’amata figlia apre la strada alla diversità, difesa anche davanti a grandi avversità. Con un lieto fine come in tutte le favole classiche.

Un bel modo di parlare di angoli, linee, forme; insomma di geometria. Con un testo in rima di facile lettura, e capace di indurre curiosità verso una materia, per sua natura, squadrata. E base di partenza per interessanti attività di comprensione e studio della disciplina.

admin

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *